Scubo

Progetto

SENTIERI TRA
CULTURA E
TERRITORIO

Cultura, società, territorio: promuoviamo le arti, l’attenzione alle persone fragili e la conoscenza dei territori!

Condizioni di servizio

439.50€ al mese

25 ore di Servizio alla settimana

5 giorni di Servizio alla settimana (lun-ven)

1 anno di servizio

Posti disponibili

14

di cui 2 presso Sasso Marconi con alloggio

Sedi di attuazione

Potrai indicarne una nella candidatura.

Obiettivi del progetto

Il progetto si propone di attivare percorsi di valorizzazione e cura del territorio, attraverso alcune azioni principali: una cultura da promuovere, un ambiente da difendere, una comunità da sostenere. Componendo un’azione multipla, che si concretizzerà in progetti specifici per ognuno dei tre ambiti di interesse (culturale, ambientale, sociale) ci si propone di includere e porre in relazione cultura e territorio, creando una rete di persone e di azioni volte ad una valorizzazione delle risorse, umane e non.

Creare percorsi progettuali integrati tra la natura e i suoi prodotti e, insieme, tra l’arte/cultura e i suoi “prodotti” sviluppa un’attenzione verso la natura e verso l’uomo virtuosa e socialmente utile.

Attività previste

Gli operatori volontari rappresenteranno delle risorse da affiancare agli organici di ogni sede del progetto, rivestendo un ruolo di affiancamento attivo e partecipativo nelle differenti attività che ogni sede porta avanti. Sebbene in ogni sede le mansioni siano declinate diversamente a seconda degli obiettivi, cultura, territorio o società, le mansioni da svolgere sono piuttosto omogenee:

Progettazione e organizzazione di manifestazioni culturali e di spettacolo legate ai linguaggi tradizionali e contemporanei del teatro, della danza, della musica, ma anche di feste, fiere, mostre-mercati di artigianato locale

Realizzazione di laboratori e attività formative nelle scuole rivolte soprattutto a giovani e adolescenti. Azioni di educazione sociale e civica.

Attività di comunicazione, produzioni redazionali, organizzazione punti informativi, gestione integrata social e pagine web, mailing-list…

Valorizzazione dei territori naturali, periferici, piccoli centri urbani e paesaggi rurali, grazie a ricerche storiche volte alla promozione e sviluppo di una cultura accessibile a tutti.

Formazione continua, con attenzione alle capacità relazionali e all’incontro con diverse abilità e all’intergenerazionalità.

Diffondere la conoscenza della vita delle associazioni di volontariato e del terzo settore, valorizzando il lavoro quotidiano.

Attività di custodia e guardiania oasi durante le aperture straordinarie per i grandi eventi e per i visitatori.

Competenze acquisibili

Le competenze che i giovani in servizio potranno maturare discendono direttamente dalle attività per loro previste dal progetto. Tali competenze saranno attestate attraverso il rilascio di un Attestato Specifico da parte del CPIA (Centro Per l’Istruzione degli Adulti) metropolitano di Bologna, seguendo il percorso di attestazione delle competenze descritto in apposito Accordo allegato al progetto.

Le competenze sono organizzate in tre categorie:

  • Competenze standard: conoscenze riferite sia al contesto generale del servizio civile, come esperienza di formazione continua e di cittadinanza attiva, sia all’ente specifico ospitante gli operatori volontari, in merito al suo funzionamento, al contesto e alle aree di interesse del progetto in essere. Queste competenze più teoriche saranno integrate dall’operatore volontario grazie alle azioni di progettazione di eventi culturali, valorizzazione del lavoro quotidiano interno all’ente, conoscenza del contesto territoriale per poter efficacemente agire in esso;

 

  • Competenze sociali e civiche: competenze personali e relazionali per partecipare attivamente e costruttivamente alla vita dell’ente ospitante, come primo tassello per traslare e rimettere in campo queste competenze nella futura vita lavorativa oltre che nella partecipazione democratica e consapevole alla vita socio-politica del proprio contesto. Queste competenze saranno acquisite dall’operatore volontario nella realizzazione di laboratori nelle scuole, oltre che nella realizzazione di eventi in contesti sociali e urbani, con finalità inclusive di ogni genere di diversità;

 

  • Competenze chiave di cittadinanza: organizzare le proprie conoscenze autonomamente ed efficacemente, a partire dalla consultazione di fonti, utili poi per redigere e realizzare progetti che tengano conto delle possibilità di realizzabilità, delle priorità e degli obiettivi che si desidera raggiungere; imparare a comunicare efficacemente sia nell’interazione quotidiana fuori e dentro l’ente, fuori e dentro un’eventuale futura sede di lavoro, sia nella leggibilità e conseguente diffusione dei prodotti del proprio studio o lavoro, grazie a linguaggi e supporti diversificati; apprendere, nella pratica di laboratori, relazioni e incontri inclusivi, ad agire in autonomia, risolvendo conflittualità e problemi, ma anche collaborando con gli altri, integrando i diversi punti di vista come stimolo ad un accrescimento personale e della comunità di riferimento; discernere le informazioni ed imparare ad acquisirle in base ai criteri della loro attendibilità, per poter connettere e mettere in relazione anche eventi lontani tra loro nel tempo, favorendo una visione sistemica e una più lucida azione sulla realtà del contesto.

Svolgimento di un periodo di tutoraggio

  • Durata del periodo di tutoraggio: 3 mesi (gli ultimi 3 mesi del progetto)
  • Ore dedicate: 26
  • Tempi, modalità e articolazione oraria: 4 incontri di gruppo (basati su formazione frontale e metodologia non formale – durata: 5 ore l’uno); 2 sessioni individuali (consulenza orientativa sulla programmazione del percorso professionale – durata: 3 ore l’uno)
  • Attività di tutoraggio. Gli incontri riguarderanno le seguenti tematiche:
  1. Autovalutazione delle esperienze pregresse, valutazione della esperienza di servizio civile, analisi delle competenze;
  2. Laboratori di orientamento alla compilazione del curriculum vitae e tecniche di ricerca attiva del lavoro;
  3. Attività volte a favorire nell’operatore volontario la conoscenza ed il contatto con il Centro per l’impiego ed i Servizi per il lavoro)
  4. Presentazione dei diversi servizi e dei canali di accesso al mercato del lavoro, nonché di opportunità formative sia nazionali che europee (nazionali ed europei).

Per conoscere i nostri criteri di selezione, visita la sezione dedicata ai consigli sulle selezioni.

Per ulteriori obblighi e condizioni particolari di questo progetto leggi la scheda sintetica in PDF.

Candidati a questo progetto

Copia (seleziona, click destro e “copia” se da pc; tieni premuto sul codice e poi “copia” se da telefono) questo codice: PTCSU0016520013561NXTX

Con il codice progetto copiato, segui la guida a questo link che abbiamo preparato per accompagnarti passo per passo. Se hai problemi, scrivici a info@scubo.it o chiamaci a 3703161539.

Per tutti i dettagli e prima del colloquio leggi il progetto completo.