Scubo

SCUBO

Chi siamo

SCUBO è un’associazione di enti pubblici e privati non profit nata con l’intento di realizzare progetti di servizio civile e offrire questa opportunità di cittadinanza attiva a tutti i giovani interessati. 

Vuole essere un punto di riferimento per rispondere ai bisogni della comunità e per contribuire alla formazione civica e professionale dei giovani.

E’ nata nell’area metropolitana di Bologna e comprende 76 organizzazioni che hanno sede prevalentemente in Emilia Romagna ma anche in Liguria, Lombardia, Puglia e Veneto. Sono più di 450 le sedi accreditate.

All’interno di SCUBO sono riunite l’esperienza e la professionalità di molte persone che da anni gestiscono il servizio civile. 

Cerchiamo di valorizzare i talenti e la passione dei giovani: il servizio civile in SCUBO offre la possibilità di maturare nuove conoscenze e competenze e favorisce il futuro inserimento professionale.

Ai giovani interessati offriamo informazioni chiare e spieghiamo come partecipare ai Bandi. 

Se vuoi conoscerci basta contattarci a info@scubo.it o tramite i diversi canali messi a disposizione.

Tutti gli enti interessati ad entrare nel mondo del servizio civile possono associarsi a SCUBO.

Associarsi a

SCUBO

L’atto costitutivo di SCUBO è stato firmato da 55 soci fondatori il 24/01/2019. 

Attualmente SCUBO conta 76 enti associati.

Il numero massimo di soci è illimitato.

Il rapporto associativo è unico e comporta gli stessi diritti e obblighi per i soci. 

foto SCUBO 4
94476950_10220057742261591_394247722548330496_o

Possono fare parte dell’Associazione SCUBO tutti gli Enti interessati al SCU ed in possesso dei seguenti requisiti:

con riferimento agli Enti di diritto privato, assenza di scopo di lucro;

corrispondenza tra i propri fini istituzionali e le finalità dello statuto;

possesso della sede legale o disponibilità di almeno una sede operativa nell’area metropolitana di Bologna.

Le richieste di adesione, corredate dalla documentazione richiesta, dovranno essere indirizzate al Consiglio, che deciderà, a maggioranza nella prima seduta utile, sulla loro accettazione e sull’opportunità di avviare una verifica sul possesso dei requisiti richiesti dallo statuto.

foto SCUBO 5