Scubo

Progetto

PROVE DI INCLUSIONE

Costruiamo una comunità solidale e contrastiamo le diverse forme di povertà: sosteniamo le fragilità delle persone attraverso l’ascolto, la relazione, l’inclusione lavorativa e l’aiuto concreto.

Condizioni di servizio

439.50€ al mese

25 ore di Servizio alla settimana

5 giorni di Servizio alla settimana

1 anno di servizio

Posti disponibili

23

Sedi di attuazione

Potrai indicarne una nella candidatura.

Colloqui di selezione

A breve disponibili qui le date dei colloqui

Obiettivi del progetto

Nell’ottica che le Istituzioni e l’Intera Comunità svolgano un ruolo fondamentale nel garantire inclusione e uguaglianza sociale e pari opportunità d’accesso ai diritti, obiettivo del Progetto è contrastare ogni forma di disuguaglianza sociale, promuovendo l’accesso ai diritti, l’empowerment e la piena partecipazione dei cittadini alla vita della comunità.

Infatti, tutti i soggetti che partecipano al Progetto hanno un ruolo attivo nelle politiche di sostegno all’inclusione sociale, di contrasto alla povertà, intesa in senso ampio, e di integrazione socio-educativa e socio-sanitaria.

Obiettivi specifici del Progetto sono quindi:

  • Contrasto alla povertà relazionale e sviluppo dei legami di comunità
  • Rafforzamento delle buone pratiche di informazione e comunicazione per l’inclusione sociale dei cittadini
  • Sviluppo di azioni per favorire l’inclusione sociale e lavorativa di persone in condizioni di fragilità
  • Sviluppo di interventi nell’ambito della non autosufficienza e dell’integrazione socio-sanitaria

Attività previste

Il ruolo degli operatori volontari sarà complesso e delicato, ma in grado di offrire al contempo varie possibilità di apprendimento e di crescita dal punto di vista delle competenze relazionali e comunicative; in generale, l’insieme delle attività previste per gli operatori volontari è funzionale all’acquisizione di stimoli e abilità spendibili anche in un contesto lavorativo. Gli operatori volontari inoltre acquisiranno competenze e conoscenze specifiche legate ai singoli contesti unitamente ad una visione di insieme sulle tematiche della fragilità e delle azioni di inclusione grazie al network creatosi all’interno del progetto tra i diversi soggetti partecipanti. 

Alcune delle principali attività degli operatori volontari divise per sedi:

  • Comune di Bologna – Area Welfare e Benessere di Comunità: supporto alla gestione delle attività dell’Area e alla relativa comunicazione e supporto alle attività di progettazione e programmazione sociale (Tavoli tecnici Piano di Zona, laboratori di co-progettazione, ecc.…), supporto organizzativo ai progetti di accompagnamento alla genitorialità vulnerabile, collaborazione all’attività della Redazione sportello sociale, supporto allo sviluppo/gestione di progetti di prevenzione e socializzazione per contrastare l’isolamento degli anziani fragili, collaborazione allo sviluppo di interventi  a sostegno  dei caregiver familiari e interventi per la domiciliarità

 

  • Comune di Bologna – Sportello Comunale per il lavoro: supporto alla gestione diretta delle azioni di facilitazione rivolte ai cittadini, affiancamento e cogestione delle attività rivolte allo sviluppo delle tematiche in contrasto al digital divide e all’esclusione sociolavorativa, coinvolgimento nella progettazione di attività laboratoriali e formative, supporto alle attività informative e di orientamento del servizio Sportello Comunale per il lavoro, attività di comunicazione e promozione (pagina Fb e sito); supporto logistico e organizzativo  alla promozione di azioni di sensibilizzazione e prevenzione rivolte a persone adulte e nuclei  in condizione di vulnerabilità sociale e fragilità relazionale. 

 

  • Città metropolitana di Bologna – Area Sviluppo Economico: supporto alla gestione diretta delle azioni previste nell’ambito del servizio Progetti d’impresa, dei Tavoli di salvaguardia per le attività produttive e dello Sportello Sovraindebitamento, attività di comunicazione e promozione, attività di ricerca e analisi 

 

  • Città metropolitana di Bologna – Insieme per il lavoro: coinvolgimento e supporto all’attività dello staff, primo contatto con gli utenti e affiancamento ai colloqui, redazione curriculum vitae, partecipazione alle riunioni di coordinamento, attività di comunicazione e promozione 

 

  • Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino, Samoggia – Servizio sociale associato: supporto alle attività del servizio, dalla predisposizione del nuovo Piano di Zona per il benessere sociale, alla realizzazione di “contenitori informativi” sulle opportunità in ambito sociale e socio-sanitario del territorio in collaborazione con il servizio comunicazione dell’Unione 

 

  • Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino, Samoggia – Centro per le famiglie: coinvolgimento nella progettazione delle azioni di consulenza e sostegno alla genitorialità, nella conduzione dei laboratori per bambini e genitori, affiancamento alla gestione delle pratiche amministrative, orientamento ai servizi offerti dal Centro a genitori, bambini/e e adolescenti

 

  • Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese – Servizio di Assistenza Domiciliare (1 e 2): affiancamento degli operatori negli interventi e nella gestione dei contatti con l’utenza,  accompagnamento degli anziani dal proprio domicilio alla sede di svolgimento delle attività di socializzazione e viceversa, azioni di segretariato sociale.

 

  • Piazza Grande Cooperativa Sociale – Sede Centrale: attività per la diffusione e promozione del giornale di strada, gestione di social media di Piazza Grande, collaborazione allo sviluppo di progetti ed eventi di rilevanza cittadina per sostenere la mission di Piazza Grande ovvero promuovere e sostenere il contrasto alle diseguaglianze, collaborazione alla creazione di contenuti video e multimediali per sostenere gli obiettivi di Piazza Grande

 

  • Piazza Grande Cooperativa Sociale – Laboratori di Comunità Scalo: progettazione, programmazione, messa in atto e monitoraggio delle attività predisposte dalle équipe in servizio, accoglienza e relazione personale con i partecipanti, attività laboratoriali creative, attività formative, progetti specifici di ricerca-azione a livello di vicinato, supporto alle attività di redazione del giornale di strada, attività di laboratorio di comunità

 

  • Comune di San Lazzaro di Savena – Emporio Solidale “Amalio”: supporto nelle attività di gestione della cassa, supporto nella gestione delle attività di magazzino, supporto alle attività di logistica, supporto nell’attività di realizzazione di progetti laboratoriali, supporto nelle attività di comunicazione e pubblicizzazione dell’Emporio

Competenze acquisibili

Le competenze che i giovani in servizio potranno maturare discendono direttamente dalle attività per loro previste dal progetto. Tali competenze saranno attestate attraverso il rilascio di un Attestato Specifico da parte del CPIA (Centro Per l’Istruzione degli Adulti) metropolitano di Bologna, seguendo il percorso di attestazione delle competenze descritto in apposito Accordo allegato al progetto.

Le competenze sono organizzate in tre categorie:

  • Competenze Standard
    Il progetto permetterà lo sviluppo di competenze generali, derivanti dal processo di formazione, relative ai valori, alle finalità e alle modalità di svolgimento del Servizio Civile e competenze più specifiche connesse alla conoscenza dell’ente con cui il volontario collabora, delle aree di intervento e del territorio di riferimento;
  • Competenze Sociali e Civiche
    Gli operatori volontari svilupperanno conoscenze e competenze in tema di inclusione sociale e di contrasto alle povertà, in particolare relativamente agli aspetti di programmazione dei servizi, di comunicazione, fino agli aspetti più operativi delle attività connesse con la cittadinanza;
  • Competenze Chiave di Cittadinanza
    Organizzare il proprio apprendimento; comprendere messaggi di genere diverso e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante differenti supporti (cartacei, informatici e multimediali); rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi e differenti conoscenze disciplinari, mediante vari supporti; interagire in gruppo; affrontare situazioni problematiche costruendo e verificando ipotesi, individuando le fonti e le risorse adeguate, raccogliendo e valutando i dati, proponendo soluzioni ecc…

Svolgimento di un periodo di tutoraggio

  • Durata del periodo di tutoraggio: 3 mesi (gli ultimi 3 mesi del progetto)
  • Ore dedicate: 26, 20 collettive, 6 individuali
  • Tempi, modalità e articolazione oraria: Sono previste 4 sessioni di gruppo (5 ore per sessione) e 2 individuali (3 ore per sessione).
    Gli incontri di gruppo saranno caratterizzati da una metodologia frontale alternata ad una metodologia non formale, al fine di favorire il diretto coinvolgimento dei volontari.
    Gli incontri individuali saranno caratterizzati da consulenza orientativa che permetterà ai singoli di attivare risorse e capacità personali e professionali.
  • Attività di tutoraggio. Gli incontri riguarderanno le seguenti tematiche:
  1. Autovalutazione delle esperienze pregresse, valutazione della esperienza di servizio civile, analisi delle competenze;
  2. Laboratori di orientamento alla compilazione del curriculum vitae e tecniche di ricerca attiva del lavoro;
  3. Attività volte a favorire nell’operatore volontario la conoscenza ed il contatto con il Centro per l’impiego ed i Servizi per il lavoro)
  4. Presentazione dei diversi servizi e dei canali di accesso al mercato del lavoro, nonché di opportunità formative sia nazionali che europee (nazionali ed europei).

Per conoscere i nostri criteri di selezione, visita la sezione dedicata ai consigli sulle selezioni.

Per ulteriori obblighi e condizioni particolari di questo progetto leggi la scheda sintetica in PDF.

Guarda l’incontro dedicato a questo progetto

Le candidature per questo progetto sono terminate

Copia (seleziona, click destro e “copia” se da pc; tieni premuto sul codice e poi “copia” se da telefono) questo codice: PTCSU0016520013554NXTX

Con il codice progetto copiato, segui la guida a questo link che abbiamo preparato per accompagnarti passo per passo. Se hai problemi, scrivici a info@scubo.it o chiamaci a 3703161539.

Per tutti i dettagli e prima del colloquio leggi il progetto completo.