Scubo

Progetto

EVERYDAY
FOR
FUTURE

Riduzione delle emissioni, riciclo e turismo responsabile: tuteliamo l’ambiente in cui viviamo!

Condizioni di servizio

439.50€ al mese

25 ore di Servizio alla settimana

5 giorni di Servizio alla settimana (lun-ven)

1 anno di servizio

Posti disponibili

7

Sedi di attuazione

Potrai indicarne una nella candidatura.

Obiettivi del progetto

Il progetto “Everyday for future” intende fornire un’educazione di qualità in materia di sviluppo sostenibile in favore di città e insediamenti umani inclusivi e sicuri, potenziando gli sforzi per proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale e naturale del nostro territorio e riducendo l’impatto ambientale negativo pro-capite delle città, prestando particolare attenzione alla qualità dell’aria, alla gestione dei rifiuti urbani e di altri rifiuti e alla tutela e frequentazione delle aree verdi.

Attività previste

Le attività si differenziano a seconda della sede di progetto e si sviluppano attorno a 4 ambiti di azione principali:

  1. sviluppo di campagne di sensibilizzazione/ comunicazione di carattere ambientale;
  2. miglioramento della capacità di monitoraggio e mappatura del territorio e di contrasto ai fenomeni inquinanti;
  3. promozione di beni ed oggetti recuperati e reimmessi in circolo;
  4. tutela della biodiversità, miglioramento della conoscenza e fruizione di ambiente e percorsi storico-naturalistici.

Nello specifico:

A.1: Organizzano le modalità di partecipazione all’evento, sulla base delle indicazioni degli OLP. Distribuiscono materiale informativo/gadget, forniscono informazioni ai cittadini, realizzano piccole animazioni per i più piccoli.

A.2: Partecipano agli incontri della “cabina di regia” e ne favoriscono la partecipazione anche attraverso attività di segreteria e contatto diretto con i vari soggetti. Trasmettono le informazioni dal Comune agli altri soggetti. Verificano i feedback dai singoli soggetti rispetto alle specifiche iniziative. Garantiscono la distribuzione di eventuale materiale per specifiche campagne a tutti i soggetti interessati

A.3: Contattano le scuole e i centri sociali per l’organizzazione di incontri/laboratori informativi sui temi della campagne. Supportano gli Enti nella realizzazione delle attività e/o li gestiscono direttamente. Coordinano gli appuntamenti nelle scuole sulla base delle richieste avanzate dagli insegnanti e predispongono, in collaborazione con gli OLP, il materiale didattico da utilizzare.

A.4: Dopo un’adeguata formazione, eseguono direttamente le attività di rilievo termografico sul campo, fissando anche gli appuntamenti con i cittadini sulla base delle richieste pervenute allo sportello. Predispongono la bozza di verbale di rilievo termografico con la supervisione dell’OLP. Nel caso di richieste di valutazione di interventi di efficientamento da parte dei cittadini, analizzano i dati di consumo energetico degli stessi.

A.5:  Curano la formazione e il coordinamento dei volontari al fine del rispetto del programma Degi obiettivi del progetto di Citizen Science individuato.

A.6: Raccolgono i dati di monitoraggio dei volontari, li rielaborano e ne curano la presentazione per il pubblico; presidiano lo Sportello in front-office fornendo le informazioni ai cittadini; curano, in back-office, la predisposizione di materiali informativi e divulgativi.

A.7:  Partecipano all’attività di raccolta di materiale informativo sui temi delle campagne; supportano i professionisti del progetto nella pianificazione della strategia di comunicazione; partecipano alle equipe di gruppo e gestione delle pagine social.

A.8: Collaborano alla cura delle pagine web e social degli Enti, predisponendo i contenuti da pubblicare in un linguaggio mirato al target specifico. Curano l’aggiornamento dei siti web sulla base delle indicazioni degli OLP. 

A.9:  Supportano la promozione dei risultati di impatto ambientale otteuto.

B.1: Effettuano, con cadenza indicativamente settimanale, servizi di monitoraggio sul territorio per l’individuazione di eventuali criticità ambientali. Verificano specifici punti critici individuati dal Settore Ambiente, tra cui scarichi industriali e scolmatori della rete fognaria, effettuando un’analisi puramente visiva. Verificano e segnalano, sulla base di segnalazioni o per riscontro diretto nell’ambito dei servizi di monitoraggio, eventuali casi di danneggiamento al patrimonio arboreo o di potenziali violazioni al regolamento del verde.

B.2: Creano uno o più database GIS per la registrazione degli esiti dei monitoraggi effettuati e/o per la mappatura di altri dati territoriali inerenti le tematiche ambientali.

B.3: Su indicazione dell’OLP, coinvolgono i “cittadini virtuosi” o Associazioni per l’organizzazione di specifiche iniziative di pulizia e raccolta rifiuti. Provvedono alla fornitura dei materiali necessari previa autorizzazione del Settore Ambiente e organizzazione gli eventuali servizi accessori necessari (es. asporto e smaltimento rifiuti).

C.1:   Supportano la scelta degli oggetti di riuso destinati all’emporio di ri-ciclo/ri-vendita.

C.2:   Supportano la gestione e la cura dello spazio espositivo del Mercato

C.3:   Collaborano all’attività di logistica e supportano la vendita e gestione dei contatti per la donazione di beni e oggetti da parte dei cittadini

C.4:   Collaborano alla realizzazione di campagne per la comunicazione dell’impatto sociale del progetto del Mercato e dell’importanza e valore dell’economia circolare e del riuso.

D.1:   Propongono ai tecnici dell’Ente e ai volontari del WWF eventuali interventi di miglioramento. Collaborano alla realizzazione di interventi mirati quali: piantumazioni, rimboschimenti, pulizie straordinarie, miglioramento della segnaletica, ecc.

D.2: Individuano, secondo le indicazioni degli Enti coprogettanti e dell’Ente Parco, le azioni più opportune e ne curano la realizzazione, anche in collaborazione con Associazioni o cittadini volontari.

D.3: Curano la distribuzione di materiale informativo e campioni di prodotti larvicidi a basso impatto ambientale sul territorio e nelle scuole

D.4: Eseguono le attività di segreteria e partecipano al laboratorio stesso contribuendo alla fase di ricerca.

D.5: Organizzano e promuovono i laboratori nelle scuole affiancandone la gestione.

D.6: Mantengono i contatti di rete partecipando alla strutturazione logistica del cartellone eventi.

D.7: Aiutano durante la fase di comunicazione secondo le proprie attitudini e capacità. Collaborano all’ideazione e alla realizzazione di iniziative/eventi di conoscenza e sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza, con particolare riferimento alle scuole e a soggetti diversamente abili. Predispongono materiale divulgativo e di promozione.

D.8:  Collaborano alla realizzazione eventi rassegna attraverso partecipazione diretta e/o logistica.

D.9: Elaborano un report d’attività culturale con pubblicazione e di una rendicontazione di attività culturale supervisionati dagli esperti.

Competenze acquisibili

Le competenze che i giovani in servizio potranno maturare discendono direttamente dalle attività per loro previste dal progetto. Tali competenze saranno attestate attraverso il rilascio di un Attestato Specifico da parte del CPIA (Centro Per l’Istruzione degli Adulti) metropolitano di Bologna, seguendo il percorso di attestazione delle competenze descritto in apposito Accordo allegato al progetto.

Le competenze sono organizzate in tre categorie:

  • Competenze Standard, in linea con quanto richiesto dall’Allegato 6 B (Attestato Specifico) della Circolare del 9/12/19 “Disposizioni per la redazione la presentazione dei programmi di intervento di servizio civile universale”
  • Competenze Sociali e Civiche, in linea con quanto richiesto dall’Allegato 6 B (Attestato Specifico) della predetta Circolare del 9/12/19
  • Competenze Chiave di Cittadinanza, in linea con l’articolato percorso di Attestazione delle Competenze attivato e condiviso tra tutti gli enti co-progettanti, basato sull’importanza della valorizzazione di tali competenze previste nel Decreto Ministeriale n. 139 del 22 agosto 2007 del MIUR, che recepisce la Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 per l’apprendimento permanente (2006/962/CE).

Svolgimento di un periodo di tutoraggio

  • Durata del periodo di tutoraggio: 3 mesi (gli ultimi 3 mesi del progetto)
  • Ore dedicate: 26
  • Tempi, modalità e articolazione oraria: 4 incontri di gruppo (basati su formazione frontale e metodologia non formale – durata: 5 ore l’uno); 2 sessioni individuali (consulenza orientativa sulla programmazione del percorso professionale – durata: 3 ore l’uno)
  • Attività di tutoraggio. Gli incontri riguarderanno le seguenti tematiche:
  1. Autovalutazione delle esperienze pregresse, valutazione della esperienza di servizio civile, analisi delle competenze;
  2. Laboratori di orientamento alla compilazione del curriculum vitae e tecniche di ricerca attiva del lavoro;
  3. Attività volte a favorire nell’operatore volontario la conoscenza ed il contatto con il Centro per l’impiego ed i Servizi per il lavoro)
  4. Presentazione dei diversi servizi e dei canali di accesso al mercato del lavoro, nonché di opportunità formative sia nazionali che europee (nazionali ed europei).

Per conoscere i nostri criteri di selezione, visita la sezione dedicata ai consigli sulle selezioni.

Per ulteriori obblighi e condizioni particolari di questo progetto leggi la scheda sintetica in PDF.

Candidati a questo progetto

Copia (seleziona, click destro e “copia” se da pc; tieni premuto sul codice e poi “copia” se da telefono) questo codice: PTCSU0016520013559NMTX

Con il codice progetto copiato, segui la guida a questo link che abbiamo preparato per accompagnarti passo per passo. Se hai problemi, scrivici a info@scubo.it o chiamaci a 3703161539.

Per tutti i dettagli e prima del colloquio leggi il progetto completo.