Scubo

Con l’ONU per i disabili: 3 dicembre la giornata mondiale

Sabato 4 dicembre, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, indetta dalle Nazioni Unite nel 1992, giornata che mira ad aumentare la consapevolezza verso la comprensione dei problemi connessi alla disabilità, presso la Sala della Biblioteca civica “Gianni Rodari” in Granarolo dell’Emilia, dalle ore 15:00 alle ore 17:30 in live streaming sul Titolo Tv presentazione del libro “La Città sospesa”, organizzata dal Tavolo del Volontariato e con il patrocinio del Comune di Granarolo dell’Emilia.

Si entra con controllo del Green pass.

Qui potete scaricare breve sinossi del libro.

Incontrare un libro non è mai un esercizio inutile…. poiché ci preserva dalla paura della forza straordinaria che i libri emanano.

Sai, i libri hanno una colpa imperdonabile: aprono la mente, fanno pensare. E c’è chi per paura, per ignoranza, per odio pensa bene di bruciarli. È successo tante volte in passato, dal medioevo in poi fino al mostruoso rogo dei libri del 1933. E succede ancora oggi. Si bruciano le librerie perché i libri fanno paura. E allora ragazzi leggete, leggete, leggete. Romanzi, poesie, saggistica, storie d’amore, d’avventura, di viaggi: storie. Non abbiate paura! Leggete. Così non dimenticherete la Storia.

Come scriveva Marguerite Yourcenar, “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito”.

E allora prepariamo queste riserve!!!

Qui potete scaricare la locandina e il programma dell’evento.

La pandemia da COVID-19, che continua ancora oggi a persistere, nel corso di questi ultimi due anni ha colpito al cuore molte comunità e società, aumentando le disuguaglianze preesistenti. Quando crisi come la pandemia del COVID-19 colpiscono le comunità, le persone affette da disabilità sono tra le più colpite. Promuoverne l’inclusione significa quindi riconoscerne e tutelarne i diritti. Per approfondire l’esigibilità di tali diritti abbiamo chiamato il Presidente del Centro per l’Unesco di Bologna Avv. Bruno Cinanni, il professor Carlo Hanau, già docente di Organizzazione e Programmazione sanitaria presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, ed oggi Presidente del Tribunale dei diritti del malato, il Regista Lorenzo Stanzani che ha diretto il documentario “Tanta Strada” prodotto da Rai Documentari e Rai per il sociale in collaborazione con la regione Emilia- Romagna. Girato in due settimane con una troupe di venti persone, “Tanta Strada” mostra situazioni inconsuete rispetto a quelle in cui si è abituati a vedere le persone con disabilità: si pedala nel fango, si nuota in una piscina all’aperto, ci si immerge in un caveau di culatelli, si affrontano strade bianche immersi in boschi secolari.

Sono persone comuni che fanno cose comuni, per raccontare, con profonda leggerezza, l’importanza di essere sé stessi avendo la capacità di affrontare e trovare una soluzione ai propri limiti, attraverso chi quei limiti li ha evidenti, “certificati”, come dice Davide, uno dei protagonisti non vedente dall’età di 13 anni.

Ecco perché, poi, nel corso della presentazione, ci collegheremo con Lomè, capitale del Togo, da dove Komi Sevon, Presidente Nazionale dell’Association Togolaise pour la Promotion du Braille, avrà modo di illustrare i progetti della sua Associazione.

Non c’è sicurezza senza equità… Nessuno si salva da solo: è questa la convinzione che ci spinge a proporre un progetto di solidarietà che il Presidente dell’Associazione Cassiodoro Masterclass Graziano Rezzaghi ci illustrerà. “È un momento storico importantissimo, che segnerà la ripartenza del mondo” – E noi ci siamo, con questo nostro progetto chiediamo di superare l’indifferenza.

Che stai aspettando?

Iscriviti alla newsletter…

…e non perdere il prossimo bando!

Altri articoli

Graduatorie pubblicate!